Il Tempo della Natura

Sono nato e vivo all’Isola d’Elba, un luogo meraviglioso dove il mare, la montagna e la cultura umana sono fortemente legati.

Sin da piccolo ho sviluppato un grande amore per la Natura, ma anche per il disegno e l’arte.

Sognavo di fare la guardia forestale, ma poi ho seguito mio padre a Milano che mi ha insegnato la moralità del lavoro nel settore della pelletteria e della moda. Erano gli anni del grande sviluppo creativo, i migliori stilisti italiani e l’industria manifatturiera dell’Italian Style dettava legge nel mondo.

L’incontro con l’orologeria è stato travolgente, mi ha subito affascinato.

L’ orologio non è soltanto un prodotto di design, ma anche uno strumento tecnico molto complesso, che prende vita da un cuore pulsante che scandisce il passare del tempo.

Come in Natura, anche in orologeria ogni forma è plasmata e si evolve per raggiungere una perfetta funzionalità.

Questo crea la vera bellezza. Non esiste tecnologia più evoluta e meravigliosa di quella che si cela in ogni aspetto della Natura. Nulla è lasciato al caso, ma ogni dettaglio ha un ruolo preciso. E così è in orologeria, dove in ogni componente è insita la ricerca di perfezione tecnica e dove ogni modello racconta una storia di bellezza e tradizione, che può essere interpretata solo da persone che hanno competenza e passione.

Ho avuto la fortuna di lavorare con grandi professionisti, da cui ho imparato quest’arte così affascinante.

Il mio primo socio, Fulvio Locci, era un designer di qualità, successivamente entrò in società Carlo Crocco, Presidente e fondatore di Hublot, un marchio che ha rivoluzionato l’alta orologeria. La sua passione per il design rigoroso e l’uso di materiali innovativi, fu di grandissimo stimolo.

Devo molto anche all’insegnamento ricevuto da Luigi Macaluso, un genio dell’orologeria che ha rilanciato marchi come Breitling, Hamilton e Girard Perregaux. Ho conosciuto e lavorato con orologiai e designer geniali come Franco Giolla, Gerald Genta e Sergio Silvestris di Pomellato.

Ma soprattutto devo ringraziare Luigi Leandri, fondatore di Genesi insieme al fratello Armando, che univa una creatività straordinaria a un’esperienza meccanica orologiera, maturata in decenni di collaborazioni con le case svizzere.

Un tempo, dietro ogni marca di orologi si sentiva la passione tecnica e creativa delle persone, che erano la vera anima dell’azienda, ed è così che ho sempre desiderato trasmettere la mia esperienza. L’orologeria è qualcosa che ti fa brillare gli occhi, scorre nelle vene e ti sveglia di notte per pensare a come bilanciare una lancetta o perfezionare un dettaglio.

Tutti i giorni trovo ispirazione nella bellezza e nell’amore per la natura che ci circonda per portare avanti la parte tecnica e creativa del mio lavoro.

La passione per l’orologeria in fondo è nata con Galileo ed è destinata a durare…nel tempo.

Marco Mantovani